MENU LOGIN

NEWS

NEWS
28.02.2017

“Oggi in Spagna, domani in Italia”

di Serena

Dal 6 al 17 marzo alla Cartiera Latina l'esposizione per gli 80 anni della Guerra di Spagna

In occasione dell’80° anniversario della Guerra Civile Spagnola che vide tanti giovani antifascisti da diversi Paesi Europei partire in difesa della Repubblica, abbiamo deciso, con l’AICVAS (Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti in Spagna), di promuovere a Roma un’esposizione sulla Guerra Civile Spagnola. Essa riunisce due mostre: la prima intitolata La Spagna nel Cuore realizzata per l’Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti in Spagna (AICVAS) racconta appunto le vicende della Guerra Civile Spagnola e della partecipazione dei Volontari Antifascisti di 53 nazioni tra cui gli italiani della Colonna Carlo Rosselli e della Brigata Garibaldi; la seconda invece riproduce la mostra Catalunya Bombardejada realizzata dal Memorial Democràtic della Generalitat de Catalunya in occasione del 75° anniversario dei bombardamenti attuati dall’Italia fascista sulla popolazione civile catalana, e gode del sostegno della Delegazione in Italia del Governo della Catalogna. La prima mostra si snoda attraverso 17 pannelli roll up 80×200. La seconda invece conta 16 pannelli roll up di identica dimensione. L’esposizione, intitolata “Oggi in
Prosegue…

NEWS
27.01.2017

Il Giorno della Memoria

di Renato Jona

Un articolo del segretario dell'ANPPIA di Venezia, e appartenente alla Comunità ebraica della città lagunare.

27 Gennaio, Giorno della Memoria:cosa significa?Che cos’è? Perché? E’ molto difficile racchiudere in poche righe tanti significati, tanta storia, tanti sentimenti. Quali parole in effetti , possono raccontare a persone diverse una catastrofe(questo il vero significato di Shoah)? Parole che ricordano per chi è più anziano, parole che dicono a chi all’epoca dei fatti non c’era. Le stesse parole hanno un significato differente per ciascuno, un peso diverso a seconda della sensibilità naturale di ogni soggetto, dell’esperienza maturata, dell’educazione ricevuta
Prosegue…

NEWS
12.01.2017

La mostra “Catalunya bombardata” a Perugia

di ANPPIA NAZIONALE

Dal 13 al 22 gennaio, nel capoluogo umbro, la mostra sui bombardamenti italiani a Barcellona

Il giorno 13 gennaio dalle ore 17 e 30, presso il locale “Umbrò”, Via Sant’Ercolano 2, si terrà l’inaugurazione della tappa perugina della mostra co-prodotta dall’ANPPIA Nazionale insieme molte altre realtà associative e non. La Tavola rotonda che presenterà la mostra, dal titolo “L’Italia, l’Umbria e la Guerra di Spagna”, vedrà la presenza dei seguenti relatori: Luca Bellizzi Cerri – Delegato del governo della Catalunya in Italia Luciana Brunelli – Ist. St. dell’Umbria Contemporanea Doriano Maglione – Centro Filippo Buonarroti
Prosegue…

ANTIFASCISTI

Berneri Camillo

Nato a Lodi il 20/05/1897, morto a Barcellona (Spagna) il 05/05/1937, intellettuale anarchico

Giovanissimo militante socialista, aderisce all’anarchismo nel 1915. Ancora sotto le armi, partecipa agli scioperi fiorentini dell’estate 1919 e viene quindi confinato a Pianosa. Dopo il congedo svolge un’intensa attività propagandistica, contribuendo alla fondazione dell’Unione Anarchica Italiana e collaborando con numerose
Prosegue…

Spinelli Altiero

Roma il 18.8.1907 - Roma 23.5.1986, studente universitario, comunista.

Nell’autunno 1924 si scrive alla facoltà di Giurisprudenza di Roma e, contemporaneamente alla Gioventù comunista. Nel 1926 interrompe gli studi per dedicarsi interamente al lavoro politico.   Arrestato nel giugno 1927, “dichiara di essere comunista e si rifiuta di dare
Prosegue…

L'ANTIFASCISTA

ISCRIVITI PER ACCEDERE ALL'ARCHIVIO PDF DEL GIORNALE

Di Canio mostra il tatuaggio “dux” e Sky gli toglie la rubrica sportiva tv

Il pelo perde il pelo ma non il vizio: “Orgoglioso di essere fascista”

In Italia accade spesso che vicende, apparentemente futili, si facciano amplificatore della seria dicotomia tra fascismo e antifascismo, ahinoi, mai risolta con una netta, definitiva e unanime condanna dell’esperienza del regime mussoliniano. Lo sport del calcio poi, non solo in Italia, inteso nei suoi risvolti più ampi, come «fatto sociale totale», secondo una celebre definizione che ne fu data, ha sempre fatto da cassa di risonanza a certe tensioni – consigliamo in proposito la lettura del fondamentale saggio scritto da Simon Kuper intitolato Calcio e potere. Ecco perché non stupisce il clamore che ha suscitato la recente ennesima polemica riguardante l’ex calciatore Paolo Di Canio. È rimbalzata in rete infatti,
Prosegue…