MENU LOGIN
NEWS
11.08.2017

La lezione di Luciano Guerzoni

di Massimo Meliconi (vicepresidente nazionale ANPPIA)

Da un uomo del Novecento un insegnamento per il futuro


Luciano Guerzoni era nato nel 1935, aveva conosciuto il fascismo solo da bambino, ma il secolo breve lo aveva vissuto fino in fondo. Aveva lavorato come operaio per pagarsi gli studi, cosa davvero novecentesca, ed era in tutto e per tutto un frutto della scuola del vecchio Pci, per di più emiliano, modenese nello specifico.

Colpiva il tratto signorile e la sua voluta mancanza di aggressività (più novecentesco di così) e si potrebbe sospettare che, dopo una onorata carriera nel Pci e poi nel Pds – Ds e dopo l’adesione al Pd, fosse all’Anpi per spendere le ultime cartucce, la conclusione del  cursus honorum, si direbbe. Ma la determinazione e la precisione con cui lavorava nella sua organizzazione per far sì che fosse presente su tutto il territorio nazionale con proprie sedi, momenti di confronto fra compagne e compagni, discussioni sugli aspetti più strettamente organizzativi e tutto il resto, non faceva pensare a un blando pensionamento post-politico. L’idea era che ci fosse bisogno, all’alba del nuovo secolo troppo convinto di conoscere gli errori di quello precedente o semplicemente propenso a pensare che il passato è semplicemente morto e sepolto una volta per tutte,  di una  coscienza e di una cultura antifascista, e che il tutto dovesse avere un corpo e un’anima; insomma che fosse giusto ed utile esserci e farsi sentire.

La cronaca recente dimostra ampiamente come la questione antifascista sia tutt’altro che risolta, ed è doveroso che rimangano e si sviluppino dei presidi che si basano sui fondamenti della nostra democrazia, che sono esplicitati nella Costituzione repubblicana.

Infine lo spirito unitario che Luciano Guerzoni ha sempre dimostrato nel suo impegno come dirigente dell’Anpi: uno spirito unitario che abbiamo tutti il dovere di coltivare; i nostri stessi valori, se ci si pensa bene, ci portano a questo: se non riusciamo a  valorizzare e a condividere ciò che ci unisce corriamo il rischio di sconfessare noi stessi, prima di esserlo da altri.

Insomma, da un uomo del Novecento, un passato che non si liquida con un post o con 140 caratteri, abbiamo imparato molto, e  la lezione non deve andare perduta.


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

ADDIO LUCIANO GUERZONI

11.08.2017

Stamattina con profondo dolore abbiamo appreso della scomparsa di Luciano Guerzoni, Vicepresidente nazionale dell’Anpi. La Sua scomparsa lascia un vuoto non solo nell’Anpi ma in tutte le Associazioni antifasciste che perdono un dirigente serio e rigoroso, dal profondo

CHIUSURA ESTIVA

05.08.2017

Gli Uffici dell’Anppia resteranno chiusi dal 7 agosto al 27 agosto compreso. Riapriranno il giorno 28 agosto con il consueto orario 10-18. Resterà comunque attiva la mail anppianazionale@gmail.com

ANNIVERSARIO DELLA CADUTA DEL FASCISMO 74°

19.07.2017

martedì 25 luglio 2017 ore 9.30 Giardino Perseguitati Antifascisti viale Ghandi, ingresso nord, Certosa di Bologna interventi di Lorenzo CIPRIANI Presidente del Quartiere Porto-Saragozza Massimo Meliconi Presidente ANPPIA Deposizione di una corona ore 11.00 lapide nel Cortile d’Onore

I Rosselli nella Storia d’Italia

13.06.2017

A pieno titolo fanno parte della grande famiglia dell’ANPPIA i Fratelli Rosselli, oppositori del Fascismo fin dai primi anni del suo esordio sulla scena politica italiana, lotta continuata in Spagna ed in Francia fino al loro assassinio. Ci

25 Aprile, la festa della Liberazione!

25.04.2017

“Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire”.

APPELLO ALL’UNITA’ ANTIFASCISTA

20.04.2017

L’Anppia, Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, fa appello a tutti i cittadini e a tutte le Associazioni della Memoria e Antifasciste per ripristinare il clima di unità e di condivisione di quelli stessi ideali che hanno animato

Addio Aurelio, ultimo combattente di Spagna

07.04.2017

Ci ha lasciati Aurelio Grossi, ultimo volontario antifascista italiano nella Guerra di Spagna. La sua famiglia è stata un esempio di antifascismo attivo quasi unica per impegno e sacrifici pagati a caro prezzo. Rimane il rammarico che un

“Oggi in Spagna, domani in Italia”

28.02.2017

In occasione dell’80° anniversario della Guerra Civile Spagnola che vide tanti giovani antifascisti da diversi Paesi Europei partire in difesa della Repubblica, abbiamo deciso, con l’AICVAS (Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti in Spagna), di promuovere a Roma un’esposizione

Il Giorno della Memoria

27.01.2017

27 Gennaio, Giorno della Memoria:cosa significa?Che cos’è? Perché? E’ molto difficile racchiudere in poche righe tanti significati, tanta storia, tanti sentimenti. Quali parole in effetti , possono raccontare a persone diverse una catastrofe(questo il vero significato di Shoah)?

La mostra “Catalunya bombardata” a Perugia

12.01.2017

Il giorno 13 gennaio dalle ore 17 e 30, presso il locale “Umbrò”, Via Sant’Ercolano 2, si terrà l’inaugurazione della tappa perugina della mostra co-prodotta dall’ANPPIA Nazionale insieme molte altre realtà associative e non. La Tavola rotonda che

Tessera ANPPIA 2017

13.12.2016

Tesseramento ANPPIA 2017 E’ pronta la nuova tessera dell’ANPPIA 2017. Costo per studenti, disoccupati e pensionati 5 euro Per gli altri 10 euro. Con 15 euro insieme alla tessera è incluso l’abbonamento alla rivista “l’antifascista” Oltre i 15

On line “l’antifascista” settembre-ottobre 2016

06.12.2016

In questo numero l’apertura di Giannuli sulle elezioni USA, l’editoriale di Giorgio Galli sul problema migranti, un’analisi sulla Turchia di Erdogna post-golpe tentato, o presunto, di Alberto Di Maria. I saluti a Dario Fo, Carlo Azeglio Ciampi e

DUE IMPORTANTI PERSONAGGI GIUDICANO LA RIFORMA VOTATA DAL PARLAMENTO

01.12.2016

Antonio Padoa-Schioppa è professore emerito di Storia del diritto medievale e moderno all’università statale di Milano. Presidente della Fondazione Biblioteca europea di Milano (Beic), si è occupato della struttura costituzionale dell’Unione Europea e della riforma degli studi giuridici