MENU LOGIN
NEWS
15.12.2015

“Medaglia della Liberazione” consegnata all’ANPPIA

di ANPPIA Nazionale

Il Ministro della difesa Pinotti, ha consegnato alla nostra associazione la "Medaglia della Liberazione". Di seguito l'intervento del nostro Presidente Mario Tempesta


Questa mattina alla presenza del Ministro della Difesa sen. Roberta Pinotti e del Sottosegretario on. Domenico Rossi presso la sala del trono di Palazzo Barberini si è svolta la cerimonia (di cui daremo conto più diffusamente nel prossimo numero del giornale) per la decorazione con la “Medaglia della Liberazione” dei Labari delle Associazioni non combattentistiche che hanno contributo alla Guerra di Liberazione, e tra queste ovviamente anche l’Anppia.

Di seguito pubblichiamo il testo dell’intervento svolto dal nostro Presidente Mario Tempesta

“Gentile Signor Ministro, Signore, Signori, Autorità,

l’Anppia (o Anppìa come con più evidenza fonica si pronuncia dalla Toscana in su) che ho l’onore (e l’onere) di rappresentare, è una Associazione nata nel 1946 per volontà di coloro che si opposero al regime fascista, dalla sua instaurazione fino alla caduta.

Apartitica, unitaria, aperta a tutte le diverse “anime” dell’Antifascismo, ha avuto – fin dalla sua fondazione – Presidente Umberto Terracini, antifascista, condannato dal Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato, esiliato e poi – com’è a tutti noto – Presidente dell’Assemblea Costituente e dopo di lui Mario Venanzi condannato dal Tribunale Speciale, partigiano e Senatore, Paolo Bufalini, confinato, partigiano, internato e Senatore, Giulio Spallone, condannato dal Tribunale Speciale, partigiano e deputato, e Guido Albertelli, figlio di Pilo.

La Repubblica Italiana ha sempre riconosciuto l’Antifascismo (e la Resistenza) come base della nostra Costituzione, una base difficile per le sofferenze che vi sono state all’origine e le cose accadute. Quindi uno stretto legame – Antifascismo-Costituzione – che non deve venire meno neppure con la sostanziale revisione della seconda parte della Carta Costituzionale, quale la riforma del Senato e del Titolo V.

Deve continuare ad essere fondamentale per tutti che la Costituzione senza la sua forte storia alle spalle perderebbe l’anima, il senso, gli orizzonti che essa ha avuto dai Padri Costituenti.

Si può ritenere superato il pericolo fascista e quindi superato il fine precipuo della nostra Associazione? Ritengo che questa domanda debba essere rovesciata: vi sono in Italia, In Europa, organizzazioni fasciste, parafasciste e/o naziste? La risposta la si ha dalla notizia dei vari meeting, in Italia e in Europa, di organizzazioni che si ispirano in modo esplicito all’ideologia fascista e nazista. Formazioni, raduni, attività in palese contraddizione con il dettato costituzionale (XII Disposizione transitoria e finale, comma 1) e con l’art.1 della legge 645/1952.

La Costituzione è quindi a un tempo vessillo di libertà democratiche, baluardo contro il Revisionismo, portatrice di valori etico-morali che si sono offuscati.

I suoi fondatori, che in parte sono anche i nostri, i suoi eroi sono simbolo di vita vissuta con coraggio ispirato all’etica, sono esempio di comportamenti ancora necessari per i nostri tempi”.


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

Libertà Eguaglianza e Fraternità contro il terrorismo

14.11.2015

L’Anppia Nazionale esprime tutto il proprio cordoglio e la propria vicinanza al popolo francese e alla Città di Parigi per i gravi attentati terroristici di questa notte. Siamo certi che la Francia saprà reagire a questo attacco all’Umanità

XVIII CONGRESSO NAZIONALE ANPPIA

06.11.2015

Programma XVIII CONGRESSO ANPPIA Care amiche e cari amici, la Memoria sta vivendo in questi anni profonde trasformazioni. L’A.N.P.P.I.A. sta affrontando questi importanti cambiamenti ampliando le proprie attività sia centrali che periferiche, specialmente sul piano della ricerca storica,

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

14.10.2015

A breve nel nostro sito apparirà una sezione permanente chiamata “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE”. Nel frattempo pubblichiamo sulle nostre news quello che sarà il contenuto della pagina, seguendo i principi del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33.   AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Nel

On Line “l’antifascista” Luglio – Agosto 2015!

13.10.2015

In questo numero si affronta ancora la questione di Roma Capitale, con lo scandalo legato al funerale dei Casamonica. Il dramma dei migranti, in un Europa che non sembra dare risposte civili all’emergenza. Il nuovo collaboratore Nicola Corda

ADDIO A LUCIA OTTOBRINI, UNA VERA ANTIFASCISTA

28.09.2015

Figlia di una famiglia di emigranti molisani, Lucia Ottobrini, non ancora ventenne inizia la sua attività di partigiana a Roma al fianco di quello che diventerà poi suo marito, Mario Fiorentini, nel gruppo di azione patriottica Gramsci. Alsaziana,

On Line “l’antifascista” Maggio – Giugno 2015!

29.07.2015

n questo numero de “l’antifascista”, la situazione complicata di Roma, capitale in mano a criminalità, corruzione, con molte infiltrazioni dell’estrema destra sovversiva. Ferrari scrive delle allarmanti derive populiste che hanno ottenuto purtroppo consenso nelle ultime elezioni locali. Tognoli descrive

La Buona Scuola. L’ANPPIA di Livorno apre il dibattito su un tema importante per la nostra associazione

22.05.2015

Una buona scuola davvero…   Per una buona scuola davvero gli elementi cardine del decreto legislativo proposto sulla scuola hanno avuto un impatto positivo sull’opinione pubblica in generale, perché apparentemente si parla di temi che sono da anni

Cordoglio della Corte Suprema di Cassazione per la scomparsa di Garibaldo Benifei

25.04.2015

Corte Suprema di Cassazione Il Primo Presidente Nella ricorrenza del 25 Aprile, giorno della Liberazione, e nel ricordo della intensa testimonianza resa da Garibaldo Benifei nella giornata dedicata nello scorso novembre dalla Corte di cassazione alla rievocazione della

Dignità, Libertà, Eguaglianza! Questo è il 25 Aprile!

25.04.2015

Settant’anni sono passati. Il 25 aprile deve essere sempre più la Festa civile e laica della nostra nazione, della nostra democrazia. Libertà, Dignità, Eguaglianza. Il ricordo di tutti quelli che si sono sacrificati negli anni bui della dittatura

ADDIO GARIBALDO!

24.04.2015

Ci ha lasciato questa mattina alle 11 e 30, alla vigilia del 70° della Liberazione, Garibaldo Benifei, antifascista, perseguitato politico, partigiano. La famiglia Benifei viveva a Campiglia ma nel 1922 fu costretta dai fascisti a fuggire a Livorno.

E’ scomparso uno degli ultimi perseguitati politici. Addio a Goffredo Vignozzi, antifascista di Vinci

15.04.2015

L’ANPPIA Nazionale da con dolore la notizia della scomparsa di un suo grande socio, Goffredo Vignozzi, di Vinca (FI), attivo nella Federazione dell’ANPPIA di Empoli. Goffredo è stato uno degli ultimi perseguitati politici ancora in vita, un esempio

On line “l’antifascista” Gennaio-Febbraio 2015 !

08.04.2015

In questo numero de “l’antifascista” un analisi sul nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’intervista a Ines Figini, deportata e soppravissuta, e vari articoli dedicati al Giorno della Memoria, sul Campo di Fossoli. Ricordo dell’Albergo Regina, macelleria nazi-fascista a

Fosse Ardeatine: storia infinita

23.03.2015

L’ANPPIA di Roma ha organizzato, in occasione della ricorrenza della strage nazi-fascista delle Fosse Ardeatine, l’incontro: FOSSE ARDEATINE: STORIA INFINITA Interverranno: Guido Albertelli Presidente dell’ANPPIA Nazionale che introdurrà l’incontro, Claudio Fano Presidente dell’ANPPIA di Roma che coordinerà i