MENU LOGIN
NEWS
31.01.2014

Auguri Garibaldo!

di Ufficio Stampa Comune di Livorno

Garibaldo Benifei, Presdiente Onorario dell'ANPPIA, Antifascista e perseguitato politico, festeggia oggi i 102 anni alla presenza del sindaco di Livorno


Il Comune di Livorno non dimentica i compleanni dei propri centenari o ultracentari, i cittadini che hanno tagliato e, in molti casi, anche superato il traguardo del secolo di vita. A maggior ragione non dimentica Garibaldo Benifei ( oggi presidente onorario di ANPPIA nazionale e di ANPPIA di Livorno) che , 102enne, rappresenta per la città la memoria storica, un testimone prezioso della Livorno antifascista. Garibaldo domani, 31 gennaio, compirà 102 anni; è nato infatti il 31 gennaio del 1912 a Campiglia Marittima da cui fuggì con la famiglia antifascista per sottrarsi alle persecuzioni degli squadristi. Come ogni festeggiato centenario livornese, Garibaldo Benifei riceverà da parte del Sindaco Alessandro Cosimi una scatola di cioccolatini con un biglietto di auguri di cui trasmettiamo il testo : “ Caro Garibaldo, in qualità di Sindaco sono formalmente ad esprimerti gli auguri miei personali e quelli dell’Amministrazione in occasione di questa importante ricorrenza. Desidero però aggiungere in qualità di uomo un filiale abbraccio ad una persona tanto preziosa per questo territorio e, se mi consenti, con un portato simbolico davvero significativo. Con grande affetto Alessandro Cosimi”. Garibaldo Benifei (presidente onorario di ANPPIA – Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti di Livorno e presidente onorario di ANPPIA nazionale) Di famiglia antifascista, nel 1922 fu costretto a lasciare Campiglia con i suoi, che si sottrassero così alle persecuzioni degli squadristi. A 12 anni dovette abbandonare la scuola e cercarsi un lavoro. Entrato nel 1931 nell’organizzazione comunista clandestina, due anni dopo fu arrestato. Picchiato dalla polizia, fu condannato a un anno di reclusione per attività sovversiva. Rinchiuso nel “Palazzo dei Domenicani” di Livorno, ebbe modo di conoscere il futuro Presidente Sandro Pertini. Non poté, invece, rivedere sua madre che, gravemente malata al momento dell’arresto di Garibaldo, era deceduta durante la detenzione del figlio. Benifei, che liberato aveva trovato lavoro come operaio in una fabbrica di radiatori, fu di nuovo arrestato nel 1939 e condannato dal Tribunale speciale a 7 anni di carcere. Dalla prigione di Castelfranco Emilia uscì soltanto un mese dopo la caduta di Mussolini. Dopo aver partecipato alle riunioni della “Concentrazione antifascista”, dalla quale sarebbe sorto il CLN di Livorno, entrò nella Resistenza. Partigiano sino all’estate del 1944, quando Livorno si liberò dai nazifascisti, Benifei poté finalmente coronare il progetto di sposare la partigiana Osmana Benetti, conosciuta nell’ottobre del 1943. Il loro fu il primo matrimonio civile celebrato a Livorno e Bonifei tornò a lavorare come operaio, ma sempre impegnandosi nell’attività politica. È stato infatti membro del Comitato federale livornese del PCI, presidente di quella Federazione provinciale delle cooperative. In tutti questi anni si è speso anche in associazioni di volontariato e, soprattutto, si è impegnato a testimoniare con i giovani sui valori di giustizia e libertà che sono stati alla base della lotta antifascista e della Resistenza. Presidente a Livorno dell’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, Benifei è autore del libro Per la libertà, edito nel 1996. Nel 2007 a Garibaldo Benifei è stata consegnata la “Livornina d’oro”, uno dei più importanti riconoscimenti della Città di Livorno. Per i suoi 100 anni la città gli riservò una festa a sorpresa al Teatro delle Commedie con la presenza di numerosi artisti che portarono il loro contributo di poesia e musica come regalo di compleanno. Oggi, 31 gennaio, alle ore 17, presso il Circolo Arci La Rosa (via dell’Ardenza) l’associazione ANPPIA organizzerà per Garibaldo Benifei una festa di compleanno .


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

Lettera di Edinost al Presidente Regione Friuli per salvare un luogo della memoria antifascista a Trieste

10.01.2014

Gentile signora, egregio signore D e b o r a S e r r a c c h i a n i presidente della giunta della regione Friuli-Venezia Giulia presidente@regione.fvg.it G i a n n i T o

I conti dell’ANPPIA sono trasparenti

10.01.2014

Il giorno 9/01/2013, il Presidente dell’ANPPIA Nazionale Guido Albertelli, e il Segretario Generale Mario tempesta, sono stati convocati presso la “Commissione Affari Costituzionali del Senato” per un chiarimento riguardo al contributo erogato dallo stato alla nostra associazione, riferente

Novantuno anni fa a Torino: la strage del XVIII Dicembre.

18.12.2013

Si definisce comunemente Strage di Torino l’eccidio commesso nel capoluogo piemontese dalle squadre fasciste nelle giornate dal 18 al 20 dicembre 1922: secondo le fonti ufficiali, furono uccisi 11 antifascisti, mentre una trentina furono i feriti. Generalmente si

” l’antifascista” Novembre-Dicembre 2013 è on line

16.12.2013

E’ on line l’ultimo numero de “L’ antifascista”, il numero 6 Novembre-Dicembre 2013. Per leggerlo gratuitamente sul sito dell’ANPPIA, bisogna registrarsi. Con la registrazione al sito si potrà in futuro accedere anche a parti dell’archivio che saranno inserite

Non toccate il Presidente

11.12.2013

Non toccate gli uomini che amiamo, noi antifascisti siamo indissolubilmente legati a quei politici che abbiano un passato di coraggio e di stile. Uno di questi è Giorgio Napolitano che, figlio di comuni ideali, rappresenta un punto di

“Le Repubbliche Partigiane”. Venerdì 13 alle 21 al Circolo De Amicis di Milano

09.12.2013

L’ANPPIA in collaborazione con la FIAP, l’ANPI Milano e la Fondazione Aldo Aniasi presenta il volume: “LE REPUBBLICHE PARTIGIANE. Esperienze di autogoverno democratico” a cura di Carlo Vallauri, prefazione di Guido Albertelli, Edizione LATERZA, con il contributo dell’ANPPIA

L’avventurosa vita di Danilo Mannucci

03.12.2013

Domani a Salerno, nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, verrà presentato il libro di Ubaldo Baldi “Varcando un sentiero che costeggia il mare. L’avventurosa vita di Danilo Mannucci”, edito da “Editrice Gaia”, con la collaborazione dell’ANPPIA

Il campo fascista in Calabria

25.11.2013

Il Campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia, allestito in Calabria nell’estate del 1940, è centrale nel sistema oppressivo fascista. La Fondazione Ferramonti, nata nel 1988, promuove iniziative sul campo di internamento da cui prende il nome e,

Un incontro storico

20.11.2013

Storico incontro nella sede dell’Anppia nazionale in Corsia Agonale, Roma. Il presidente Guido Albertelli ha ricevuto la visita del Rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, prof. Riccardo Di Segni, accompagnato dal vice presidente della Comunità, Giacomo Moscati,

I Sovversivi. Vite riscoperte.

20.11.2013

La Federazione ANPPIA di Bologna, organizza per domani, giovedì 21 novembre, un convegno dal titolo “I Sovversivi. Vite riscoperte.Persecuzione e resistenza di antifascisti nel bolognese.” Si terrà in Sala Stefano Tassinari a Palazzo d’Accursio, Bologna. Il Programma: ore

FERMATEVI!!!

20.11.2013

FERMATEVI! Il disegno di legge costituzionale per l’istituzione del comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali, trasmesso dal Senato alla Camera il 23 ottobre 2013 per l’ultima lettura, contraddice la lettera e lo spirito dell’articolo 138 della

Vittore Bocchetta Antifascista, deportato, artista

19.11.2013

Nella sede dell’ANPPIA, ANPI e IVrR , sala “Berto Perotti”, in via Cantarane 26, sabato 23 novembre 2013 alle ore 16.20 viene organizzato un incontro a chiusura dell’anno sociale 2013 in cui verrà festeggiato il 95° compleanno di

70° anniversario dell’ “Eccidio di Limmari”

18.11.2013

L’ANPPIA Nazionale, la Sezione ANPPIA de L’Aquila, e il Comune di Roccaraso organizzano un incontro per commemorare l’eccidio di Limmari, il 20 novembre alle 11 e 30 nella sala Consiliare di Roccaraso. “La zona in cui avvenne il