MENU LOGIN
NEWS
11.12.2013

Non toccate il Presidente

di di Guido Albertelli

La critica non deve sfociare in aggressione o mancanza di rispetto


Non toccate gli uomini che amiamo, noi antifascisti siamo indissolubilmente legati a quei politici che abbiano un passato di coraggio e di stile.
Uno di questi è Giorgio Napolitano che, figlio di comuni ideali, rappresenta un punto di riferimento che non può essere attaccato e criticato rozzamente, specie da persone che mancano di spessore culturale e che non possono vantare meriti che possano lontanamente giustificare il loro entrare nell’agone politico a gamba tesa con parole offensive. C’è chi mira allo sfascio per lo sfascio e allora punta dritto a Napolitano che è il vero scudo della nostra democrazia.
Dobbiamo ricordare che il Presidente dette la sua disponibilità al rinnovo del suo mandato proprio per venire incontro a una classe politica inconcludente e rissosa. Solo per questo andrebbe ringraziato per anni. Se si pensa che un ultra ottantenne ha rinunciato a vivere liberamente la restante parte della vita nell’interesse del Paese, si capisce quanto sia preziosa la sua opera, sempre lungimirante e sempre equilibrata, in favore della nostra tribolata Italia. Ma ci siamo dimenticati che fino a ieri il Presidente chiedeva, sollecito, il cambiamento della legge elettorale, voleva stabilire le regole prima del pronunciamento della Corte Costituzionale?
Con l’imparzialità di chi è davvero il sommo garante della Carta costituzionale e con forti richiami morali (la moral suasion) il Presidente è riuscito a tenere insieme i legami tra la politica e i cittadini, spezzati da comportamenti inqualificabili di parlamentari nello svolgimento del loro mandato: gli scandali quotidiani degli ultimi anni destano allarme, la fiducia degli Italiani nelle istituzioni sarebbe gravemente compromessa se non ci fosse Naplitano.
Il governo di larghe intese è stato da lui promosso proprio per cercare una pacificazione tra due Italie in conflitto totalmente diverse nelle tradizioni e nei principi. E tutto al fine di realizzare le riforme necessarie al cambiamento e non è colpa del Presidente se questo governo non lavora o lavora male.
Tanto più non apprezziamo gli attacchi di un movimento che, non partecipando alla vita del Parlamento, lancia continuamente strali alle istituzioni di cui però fa parte.
La qualità del rispetto verso la più alta carica dello Stato misura il livello di democrazia e di rappresentatività di una forza politica.
Un’intera vita prestata all’interesse della Nazione quella di Napolitano: dalle macerie della Napoli del dopoguerra, attraverso prove delicate e incarichi via via sempre più prestigiosi egli è cresciuto da uomo di partito a statista super partes. Questo rende il nostro Presidente, nonostante i pur possibili piccoli errori, troppo alto per essere raggiunto da attacchi di parte.
Anche il nuovo Pd, se vorrà essere compreso nei suoi atti, dovrà considerare il Presidente come simbolo di una nuova politica riformista, pur non identificandolo col proprio divenire.
Quando a fine anno ascolteremo il messaggio di Giorgio Napolitano, qualunque cosa egli dica, dovremo fare un atto di partecipazione e di affetto per dire grazie ad alta voce.


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

“Le Repubbliche Partigiane”. Venerdì 13 alle 21 al Circolo De Amicis di Milano

09.12.2013

L’ANPPIA in collaborazione con la FIAP, l’ANPI Milano e la Fondazione Aldo Aniasi presenta il volume: “LE REPUBBLICHE PARTIGIANE. Esperienze di autogoverno democratico” a cura di Carlo Vallauri, prefazione di Guido Albertelli, Edizione LATERZA, con il contributo dell’ANPPIA

L’avventurosa vita di Danilo Mannucci

03.12.2013

Domani a Salerno, nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, verrà presentato il libro di Ubaldo Baldi “Varcando un sentiero che costeggia il mare. L’avventurosa vita di Danilo Mannucci”, edito da “Editrice Gaia”, con la collaborazione dell’ANPPIA

Il campo fascista in Calabria

25.11.2013

Il Campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia, allestito in Calabria nell’estate del 1940, è centrale nel sistema oppressivo fascista. La Fondazione Ferramonti, nata nel 1988, promuove iniziative sul campo di internamento da cui prende il nome e,

Un incontro storico

20.11.2013

Storico incontro nella sede dell’Anppia nazionale in Corsia Agonale, Roma. Il presidente Guido Albertelli ha ricevuto la visita del Rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, prof. Riccardo Di Segni, accompagnato dal vice presidente della Comunità, Giacomo Moscati,

I Sovversivi. Vite riscoperte.

20.11.2013

La Federazione ANPPIA di Bologna, organizza per domani, giovedì 21 novembre, un convegno dal titolo “I Sovversivi. Vite riscoperte.Persecuzione e resistenza di antifascisti nel bolognese.” Si terrà in Sala Stefano Tassinari a Palazzo d’Accursio, Bologna. Il Programma: ore

FERMATEVI!!!

20.11.2013

FERMATEVI! Il disegno di legge costituzionale per l’istituzione del comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali, trasmesso dal Senato alla Camera il 23 ottobre 2013 per l’ultima lettura, contraddice la lettera e lo spirito dell’articolo 138 della

Vittore Bocchetta Antifascista, deportato, artista

19.11.2013

Nella sede dell’ANPPIA, ANPI e IVrR , sala “Berto Perotti”, in via Cantarane 26, sabato 23 novembre 2013 alle ore 16.20 viene organizzato un incontro a chiusura dell’anno sociale 2013 in cui verrà festeggiato il 95° compleanno di

70° anniversario dell’ “Eccidio di Limmari”

18.11.2013

L’ANPPIA Nazionale, la Sezione ANPPIA de L’Aquila, e il Comune di Roccaraso organizzano un incontro per commemorare l’eccidio di Limmari, il 20 novembre alle 11 e 30 nella sala Consiliare di Roccaraso. “La zona in cui avvenne il

In libreria: “Le Repubbliche Partigiane”

15.11.2013

L’ANPPIA Nazionale ha fortemente contribuito alla pubblicazione di questo libro sulle Repubbliche partigiane. Nel 70esimo della Resistenza, ci è sembrato giusto impegnarci per la conoscenza di queste realtà storiche uniche e irripetibili, figlie della lotta antifascista e procreatrici

Azione della Polizia contro Stormfront, organizzazione neonazista

14.11.2013

Non si erano fermati neanche di fronte alle perquisizioni, agli arresti e all’oscuramento del loro sito. Quando, nel novembre del 2012, quattro moderatori e “motori” del forum neonazista Stormfront sono finiti in manette, i loro sodali si sono

L’ANPPIA Nazionale solidale con la comunità ebraica

10.11.2013

L’ANPPIA Nazionale esprime solidarietà e vicinanza alla Comunità Ebraica italiana, ritenendo le parole dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi offensive e inopportune. Paragoni di questo tipo offendono la memoria dei 6 milioni di ebrei assassinati dai nazi-fascisti, il

Un’ operazione poco nobile.

06.11.2013

La situazione che sta vivendo l’ANPPIA in queste settimane risulta alquanto paradossale. L’associazione, fondata nel dopoguerra da Umberto Terracini e Sandro Pertini, guidata ora da Guido Albertelli, figlio del martire delle Fosse Ardeatine Pilo Albertelli, viene definita «abusiva in

On-line “l’antifascista”

30.10.2013

E’ on line l’ultimo numero de “L’ antifascista”. Per leggerlo gratuitamente sul sito dell’ANPPIA, bisogna registrarsi. Con la registrazione al sito si potrà in futuro accedere anche a parti dell’archivio che saranno inserite solo per gli utenti, e