MENU LOGIN
NEWS
10.11.2013

L’ANPPIA Nazionale solidale con la comunità ebraica

di Anppia Nazionale

La frase di Berlusconi "I miei figli come gli ebrei sotto Hitler" offende tutti gli antifascisti di questo Paese


L’ANPPIA Nazionale esprime solidarietà e vicinanza alla Comunità Ebraica italiana, ritenendo le parole dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi offensive e inopportune. Paragoni di questo tipo offendono la memoria dei 6 milioni di ebrei assassinati dai nazi-fascisti, il pensiero libero e antifascista di chi ha combattuto ed è morto a causa della follia omicida delle dittature non può essere utilizzato a metro di paragone da un miliardario non certo perseguitato da nient’altro che dai suoi problemi giudiziari.
L’ANPPIA sarà sempre in prima linea per difendere la memoria, e ricordare a tutti quello che è stato l’olocausto, la più grave e colpevole operazione criminale nella storia dell’umanità, che non può essere, come spesso accade, svilita o messa in discussione.


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

Un’ operazione poco nobile.

06.11.2013

La situazione che sta vivendo l’ANPPIA in queste settimane risulta alquanto paradossale. L’associazione, fondata nel dopoguerra da Umberto Terracini e Sandro Pertini, guidata ora da Guido Albertelli, figlio del martire delle Fosse Ardeatine Pilo Albertelli, viene definita «abusiva in

On-line “l’antifascista”

30.10.2013

E’ on line l’ultimo numero de “L’ antifascista”. Per leggerlo gratuitamente sul sito dell’ANPPIA, bisogna registrarsi. Con la registrazione al sito si potrà in futuro accedere anche a parti dell’archivio che saranno inserite solo per gli utenti, e

Novantacinque anni dalla nascita di Pietro Amendola.

26.10.2013

Ieri, 25 ottobre, a Montecitorio, è stato presentato il libro di Alfredo Capone intitolato a Giovanni Amendola. Mentre ascoltavo, nella platea, sfogliando le pagine della corposa biografia, il ritratto in copertina di mio nonno con gli occhi cerchiati

E dopo le Fosse Ardeatine Erich Priebke andò a terrorizzare il bresciano.

25.10.2013

LA STORIA. Il «boia delle Fosse Ardeatine» rimase qui a lungo. In molti, soprattutto detenuti a Canton Mombello, subirono per ordine suo pestaggi e torture. Il ricordo di Agape Nulli: «Un ufficiale alto, elegante, dal tratto freddo e

Il boia di mio padre

16.10.2013

È morto un infame, perché solo così può essere definito un individuo come Erich Priebke che, dopo aver anche direttamente partecipato all’eccidio di 335 persone, non solo non ha mai avuto, durante tutti i lunghi anni che sono

16 Ottobre 1943

16.10.2013

(tratto da ” 16 ottobre 1943″ di Giacomo Debenedetti, Einauidi Edizioni, 2001)   “La razzia si protrasse fino verso le 13. Quando fu la fine, per le vie del Ghetto non si vedeva più anima, vi regnava la

Carlo Lizzani ha staccato la chiave

15.10.2013

Se ne è andato anche lui, un altro pezzo nobile della memoria antifascista di questo Paese. Carlo Lizzani si è tolto la vita. Come Monicelli. Ma il regista toscano era un impulsivo, temperamentoso, l’autore romano, al contrario, aveva

E’ scomparso Giuseppe Bolgia

08.10.2013

Giuseppe Bolgia non ce l’ha fatta a vedere la nuova targa che il 16 ottobre sarà riposizionata  dalle ferrovie al Binario Uno della Stazione Tiburtina in ricordo di suo padre, il ferroviere Michele Bolgia, l’uomo coraggioso che spiombava

“La via maestra”

25.09.2013

Verso il 12 ottobre. Il punto è non essere vittime di un dibattito pubblico del tutto fuorviante rispetto ai problemi del Paese. Un Paese che ha sì bisogno di riforme, ma ha prima di tutto la necessità di “riscoprire

E’ morta Giovannina Marturano

19.09.2013

E’ morta a 101 anni Giovanna Marturano, eroina della Resistenza antifascista e presidente onorario dell’Anpi di Roma. “E’ con estremo dolore che abbiamo appreso la notizia della scomparsa avvenuta giovedì”, si legge in una nota dell’Associazione nazionale partigiani,

Esponenti di Alba Dorata uccidono il cantante “antifascista” Killah P.

19.09.2013

Killa P stava guardando una partita di calcio in compagnia della sua fidanzata in un caffè di Atene, quando un gruppo di neo nazisti ha fatto irruzione nel locale e lo hanno pugnalato al cuore. Inutile la corsa