MENU LOGIN
NEWS
08.10.2013

E’ scomparso Giuseppe Bolgia

di Paolo Brogi - www.brogi.info

Figlio di Michele Bolgia, "L'angelo del Tiburtino".


Giuseppe Bolgia non ce l’ha fatta a vedere la nuova targa che il 16 ottobre sarà riposizionata  dalle ferrovie al Binario Uno della Stazione Tiburtina in ricordo di suo padre, il ferroviere Michele Bolgia, l’uomo coraggioso che spiombava i carri su cui i tedeschi caricavano gli ebrei deportati verso i lager e che poi è stato ucciso alle Fosse Ardeatine. La targa sparita durante i lavori di ristrutturazione tornerà dove era.

Giuseppe Bolgia, 82 anni, da sempre un fedele custode della memoria del padre umile eroe della Roma del ’43-’44, è deceduto domenica all’ospedale Sant’Eugenio dove questa mattina dalle 9 alle 12,30 si terrà la camera ardente. Il funerale è invece alle 14 presso la chiesa di San Luca in via Roberto Malatesta, nel VI municipio.

A ricordare il gesto del padre è un testimone di allora, un deportato sopravvissuto ai lager nazisti, Mario Limentani oggi novantunenne. Limentani ricorda di aver sentito spiombare i carri in quelle notti buie dell’ottobre ’43 sui binari della Stazione Tiburtina. Quanti prigionieri hanno approfittato di quel coraggioso gesto? Come ha ricordato lo stresso Limentani non era facile approfittare di quelle circostanze, al buio, tra i latrati dei cani, con all’esterno i sorveglianti aguzzini.

Michele fu poi arrestato mentre scendeva da un tram a piazza dei Cinquecento e riconosciuto come simpatizzante socialista e antifascista fu tradotto a Via Tasso. Dopo essere stato torturato fu poi trasferito a Regina Coeli, da dove fu prelevato il 24 marzo del ‘44 per essere portato con le altre vittime alle Fosse Ardeatine.

Giuseppe Bolgia raccontava tutte queste cose del padre, con orgoglio, tirava fuori vecchi ritagli di giornale, parlava dell’orologio da ferroviere che aveva consentito di riconoscere la salma del padre  decapitata.. Giuseppe ricordava infine di chiamarsi come l’antenato illustre che si era imbarcato a Orbetello con i Mille di Garibaldi seguendo la spedizione in Sicilia. Persona semplice viveva al Prenestino e lì oggi sarà ricordato.


Torna alle News

TUTTE LE NEWS

“La via maestra”

25.09.2013

Verso il 12 ottobre. Il punto è non essere vittime di un dibattito pubblico del tutto fuorviante rispetto ai problemi del Paese. Un Paese che ha sì bisogno di riforme, ma ha prima di tutto la necessità di “riscoprire

E’ morta Giovannina Marturano

19.09.2013

E’ morta a 101 anni Giovanna Marturano, eroina della Resistenza antifascista e presidente onorario dell’Anpi di Roma. “E’ con estremo dolore che abbiamo appreso la notizia della scomparsa avvenuta giovedì”, si legge in una nota dell’Associazione nazionale partigiani,

Esponenti di Alba Dorata uccidono il cantante “antifascista” Killah P.

19.09.2013

Killa P stava guardando una partita di calcio in compagnia della sua fidanzata in un caffè di Atene, quando un gruppo di neo nazisti ha fatto irruzione nel locale e lo hanno pugnalato al cuore. Inutile la corsa