MENU LOGIN

NEWS

NEWS
13.06.2017

I Rosselli nella Storia d’Italia

di ANPPIA Nazionale

In occasione dell'80° anniversario dalla morte di Nello e Carlo Rosselli, l'ANPPIA di Livorno e l'ANPPIA Nazionale ricordano i due grandi antifascisti

A pieno titolo fanno parte della grande famiglia dell’ANPPIA i Fratelli Rosselli, oppositori del Fascismo fin dai primi anni del suo esordio sulla scena politica italiana, lotta continuata in Spagna ed in Francia fino al loro assassinio. Ci sembra quindi naturale ed importante, per un’Associazione come la nostra, ricordare l’80° anniversario del loro sacrificio ed i valori di libertà e di giustizia per cui allora combatterono e morirono, ma che ancora oggi dobbiamo tutti impegnarci per difenderli ed affermarli nella loro interezza. Vi invitiamo quindi al Convegno organizzato dall’Anppia di Livorno in collaborazione con l’Anppia nazionale perGiovedì 15 giugno, ore 17.00, presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Villa Henderson, via Roma 234, Livorno. Come da programma allegato, l’evento prevede il seguente svolgimento: h. 17.00 apertura dei lavori: saluti Autorità – interventi dei relatori h. 20.00 apericena offerto dall’Anppia nel giardino di Villa Henderson h. 21.00 proiezione del film “Il Conformista ” Prof. Mario Tempesta presidente Anppia nazionale Ing.
Prosegue…

NEWS
25.04.2017

25 Aprile, la festa della Liberazione!

di ANPPIA Nazionale

Aforismi e poesie dedicate al giorno della Liberazione dal nazi fascismo. Settant'anno dopo, ricordare è un dovere.

“Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire”. Dal discorso alla radio in cui Sandro Pertini proclama l’insurrezione generale a Milano. Era il 25 aprile 1945.   Era giunta l’ora di resistere; era giunta l’ora di essere uomini: di morire da uomini per vivere da uomini. Piero Calamandrei   Qui vivono
Prosegue…

NEWS
20.04.2017

APPELLO ALL’UNITA’ ANTIFASCISTA

di ANPPIA Nazionale

Il messaggio del Presidente Nazionale dell'ANPPIA che chiama all'unità tutte le associazioni della memoria antifasciste

L’Anppia, Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, fa appello a tutti i cittadini e a tutte le Associazioni della Memoria e Antifasciste per ripristinare il clima di unità e di condivisione di quelli stessi ideali che hanno animato la lotta Antifascista e Resistenziale. In caso contrario ritiene che si possano indebolire le medesime istanze Antifasciste perseguite da tutte le Associazioni, rafforzandosi al contempo quelle dei movimenti che ne rifiutano i principi. In un momento di gravi difficoltà come quello attuale,
Prosegue…

ANTIFASCISTI

Angeloni Mario

Nato a Perugia il 15 settembre 1896, morto a Sarinena (Spagna) il 28 agosto 1936, avvocato repubblicano.

Nato a Perugia da una famiglia dalle forti tradizioni repubblicane, laureato in giurisprudenza, partecipa alla Grande Guerra come volontario ed accede al grado di ufficiale di complemento dell’arma di cavalleria. Nella ritirata che segue la rotta di Caporetto si rende
Prosegue…

Parri Ferruccio

Pinerolo (To) il 19.1.1890 - Roma 8.12.1981, residente a Milano, professore, pubblicista.

“Di vivace intelligenza, pluridecorato nella prima guerra mondiale”, è collaboratore del Corriere della Sera e di vari periodici antifascisti, come Il Caffè. Arrestato nel dicembre 1926 per favoreggiamento nell’espatrio clandestino di Filippo Turati, è confinato a Tremiti, Ustica e Lipari
Prosegue…

L'ANTIFASCISTA

ISCRIVITI PER ACCEDERE ALL'ARCHIVIO PDF DEL GIORNALE

Di Canio mostra il tatuaggio “dux” e Sky gli toglie la rubrica sportiva tv

Il pelo perde il pelo ma non il vizio: “Orgoglioso di essere fascista”

In Italia accade spesso che vicende, apparentemente futili, si facciano amplificatore della seria dicotomia tra fascismo e antifascismo, ahinoi, mai risolta con una netta, definitiva e unanime condanna dell’esperienza del regime mussoliniano. Lo sport del calcio poi, non solo in Italia, inteso nei suoi risvolti più ampi, come «fatto sociale totale», secondo una celebre definizione che ne fu data, ha sempre fatto da cassa di risonanza a certe tensioni – consigliamo in proposito la lettura del fondamentale saggio scritto da Simon Kuper intitolato Calcio e potere. Ecco perché non stupisce il clamore che ha suscitato la recente ennesima polemica riguardante l’ex calciatore Paolo Di Canio. È rimbalzata in rete infatti,
Prosegue…