MENU LOGIN

NEWS

NEWS
25.09.2017

Due importanti iniziative

di ANPPIA Nazionale

Il 27 e 28 settembre a Roma e Milano, la presentazione di due volumi sulla storia del fascismo, promossi dall'ANPPIA Nazionale

Due iniziative promosse dall’ANPPIA Nazionale con la collaborazione della Federazione ANPPIA di Verona e di Milano, il 27 e 28 settembre 2017. “L’Arena del Duce – Storia del Partito nazionale fascista a Verona” è la presentazione dell’omonimo libro scritto da Federico Melotto. Sarà presentato presso l’Auletta dei gruppi parlamentari Camera dei Deputati di Roma il 27 settembre alle ore 17 e 30. Interverranno oltre all’autore, Diego Zardini, deputato, Mario Tempesta, Presidente dell’ANPPIA Nazionale e Carmine Donzelli, Editore, per i saluti, Le relazioni saranno tenute da Emilio Franzina, storico, Giampaolo Romagnani, Direttore del Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona e dall’autore del libro Federico Melotto. Iniziativa in collaborazione con l’Università di Verona e l’Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’età conemporanea. Chi volesse partecipare è pregato di comunicarlo all’indirizzo mail anppianazionale@gmail.com – Per gli uomini obbligatoria la giacca.   Il 28 settembre a Milano presso il Circolo De Amicis alle ore 19 ci sarà la presentazione del
Prosegue…

NEWS
14.09.2017

La propaganda fascista è un reato.

di ANPPIA NAZIONALE

Approvata alla Camera la legge Fiano. La lettera del presidente Tempesta

Di seguito la lettera inviata dal Presidente Tempesta all’on. Fiano, primo firmatario della legge che introduce nel codice penale il reato di propaganda fascista, dopo l’approvazione alla Camera dell’altro ieri. Egregio Onorevole, a nome dell’ANPPIA, la nobile associazione fondata da Pertini e Terracini, desidero complimentarmi per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati ella sua proposta di legge, che introduce nel Codice Penale il reato di propaganda fascista. Ci auguriamo che il provvedimento venga approvato, in tempi rapidi e senza emendamenti, dal Senato
Prosegue…

NEWS
06.09.2017

Comunicato ANPPIA Nazionale contro la “marcia” su Roma dei neo fascisti

di ANPPIA Nazionale

Bisogna impedire questa vergognosa provocazione di Forza Nuova

L’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti (ANPPIA), fondata da Sandro Pertini e Umberto Terracini, chiede con forza l’immediato intervento del Ministro dell’Interno e del Prefetto di Roma per impedire, sulla base delle leggi vigenti, la vergognosa provocazione della marcia di Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre. Il 28 ottobre è una data tragica che ricorda agli Italiani la Marcia su Roma, l’inizio cioè del regime fascista preceduto e accompagnato dalle violenze squadriste, e caratterizzato per vent’anni da cancellazione delle
Prosegue…

ANTIFASCISTI

Sasdelli Dino

Nato a Medicina (Bologna) il 25 gennaio 1906, operaio comunista

Nato a Medicina (Bologna) il 25 gennaio 1906, di professione operaio, si iscrive giovanissimo (1922) al Partito Comunista d’Italia. Le conseguenti persecuzioni fasciste lo costringono prima a rifugiarsi a Roma, poi a espatriare clandestinamente oltralpe. Espulso dalla Francia nel 1925
Prosegue…

Tommasini Umberto

Nato a Trieste il 9 marzo 1896, morto a Vivaro (Pordenone) il 22 agosto 1980, fabbro anarchico.

Nasce a Trieste da una famiglia originaria di Vivaro (Friuli). Il padre lo avvicina alle idee socialiste, tanto che già nel 1909, giovanissimo apprendista fabbro, partecipa allo sciopero di protesta contro l’esecuzione di Francisco Ferrer, capro espiatorio della semana tragica
Prosegue…

L'ANTIFASCISTA

ISCRIVITI PER ACCEDERE ALL'ARCHIVIO PDF DEL GIORNALE

Di Canio mostra il tatuaggio “dux” e Sky gli toglie la rubrica sportiva tv

Il pelo perde il pelo ma non il vizio: “Orgoglioso di essere fascista”

In Italia accade spesso che vicende, apparentemente futili, si facciano amplificatore della seria dicotomia tra fascismo e antifascismo, ahinoi, mai risolta con una netta, definitiva e unanime condanna dell’esperienza del regime mussoliniano. Lo sport del calcio poi, non solo in Italia, inteso nei suoi risvolti più ampi, come «fatto sociale totale», secondo una celebre definizione che ne fu data, ha sempre fatto da cassa di risonanza a certe tensioni – consigliamo in proposito la lettura del fondamentale saggio scritto da Simon Kuper intitolato Calcio e potere. Ecco perché non stupisce il clamore che ha suscitato la recente ennesima polemica riguardante l’ex calciatore Paolo Di Canio. È rimbalzata in rete infatti,
Prosegue…