MENU LOGIN

ANTIFASCISTI


Archivio frecciaAntifascisti



Conosci le persone che hanno contribuito con il loro sacrificio alla storia dell’antifascismo. Consulta i nomi di chi si è distinto nella causa attraverso il nostro archivio indicizzato in ordine alfabetico:

A

B

C

D

E

F

G

H

I

J

K

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

W

X

Y

Z


R frecciaRoveda Giovanni


Roveda Giovanni

Data di nascista: 04/06/1894


Biografia:

Attivo dall’anteguerra. Nel PCd’I dal 1921. Segretario della Camera del lavoro di Torino, ricopre importanti cariche sindacali e politiche, subendo ripetuti fermi di polizia.

 

Partecipa al Congresso di Lione del Partito comunista. Arrestato nel novembre 1926 per organizzazione comunista e  confinato per 5 anni a Favignana. Qui viene arrestato come uno dei massimi esponenti del Partito comunista e subisce una condanna a 20 anni, 4 mesi e 5 giorni per creazione di esercito rivoluzionario, cospirazione, propaganda, istigazione di militari alla disobbedienza, istigazione alla lotta armata contro le classi borghesi e il Pnf, oltraggio, vilipendio ecc.

 

Reclusione a Portolongone  e a Castelfranco Emilia. Rifiuta di associarsi alla domanda di grazia presentata da un familiare. “Esercita grande ascendenza sui detenuti politici e ne dirige il collettivo”. A fine pena (marzo 1937) confinato a Ventotene per 2 anni. Al termine del periodo, riassegnato per 5 anni. Evade nel corso di una licenza nel febbraio 1943 ed è tra gli animatori degli scioperi di primavera. Durante il periodo badogliano è nominato vicecommissario dei lavoratori dell’industria.

 

Arrestato nel dicembre 1943, i partigiani lo fanno fuggire dal carcere degli Scalzi di Verona, con un’azione entrata nella leggenda, nel luglio 1944.

 

Sindaco di Torino nel 1945-47, poi segretario generale della Fiom. Morto a Torino il 18.11.1962.


Documenti relativi a Roveda Giovanni:

FOTO

VIDEO

DOCUMENTI