MENU LOGIN

ANTIFASCISTI


Archivio frecciaAntifascisti



Conosci le persone che hanno contribuito con il loro sacrificio alla storia dell’antifascismo. Consulta i nomi di chi si è distinto nella causa attraverso il nostro archivio indicizzato in ordine alfabetico:

A

B

C

D

E

F

G

H

I

J

K

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

W

X

Y

Z


L frecciaLongagnani Gino


Longagnani Gino

Data di nascista: 14/02/1913


Biografia:

Nato a Reggio Emilia il 14 febbraio 1913, di professione muratore, a soli 19 anni subisce l’arresto e la detenzione nei penitenziari di Castelfranco Emilia e Regina Coeli perché trovato in possesso di opuscoli di propaganda comunista. Denunciato al Tribunale Speciale, viene assolto per insufficienza di prove, ma la Commissione Provinciale della sua città lo assegna ugualmente al confino di polizia per cinque anni, destinandolo alla Colonia di Ponza (ordinanza del 3 giugno 1933). Il 25 febbraio 1935 riceve una condanna a dieci mesi di reclusione  da parte della Corte d’Appello di Napoli per aver partecipato ad una protesta collettiva. Scontata la pena presso le carceri del Capoluogo campano, il 30 dicembre dello stesso anno fa ritorno all’isola. Tre anni dopo, il 3 marzo 1939, la Commissione Provinciale di Littoria lo riassegna al confino per altri due anni, in quanto ritenuto “capace di svolgere occulta propaganda e di nuocere agli interessi del Regime”; pochi mesi dopo è trasferito nella vicina Ventotene, ove rimane sino alla caduta del fascismo. Il 21 agosto 1943 un dispaccio della Direzione Generale di Pubblica Sicurezza ne dispone infine la liberazione.

Il 10 ottobre 2008, dopo 69 anni, Gino Longagnani torna a Ponza, accolto con tutti gli onori, per una visita ai luoghi che lo hanno visto in gioventù privato della libertà a causa delle sue idee politiche. Muore a Racconigi il 20 ottobre 2010 all’età di 97 anni.


Documenti relativi a Longagnani Gino:

FOTO

VIDEO

DOCUMENTI