MENU LOGIN

ANTIFASCISTI


Archivio frecciaAntifascisti



Conosci le persone che hanno contribuito con il loro sacrificio alla storia dell’antifascismo. Consulta i nomi di chi si è distinto nella causa attraverso il nostro archivio indicizzato in ordine alfabetico:

A

B

C

D

E

F

G

H

I

J

K

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

W

X

Y

Z


L frecciaLinassi Luigi


Linassi Luigi

Data di nascista: 30/07/1893


Biografia:

Fin dai primi anni del 1920, risiede con la moglie Emilia Ganassini a Venezia, dove gestisce una sartoria con il fratello Erminio. Si fa notare fin dal 1924 per le sue idee: è in relazione con i maggiori esponenti della sezione repubblicana di Venezia e sottoscrive per il giornale del partito La riscossa. Nel gennaio del 1926 è arrestato con altri ventitrè repubblicani a Mazzorbo (Venezia) dove si erano recati per partecipare ad un convegno regionale presieduto dall’on. Mario Bergamo. Viene diffidato. Dopo lo scioglimento del partito repubblicano a seguito delle “leggi fascistissime” inizia a svolgere un’attività clandestina di propaganda antifascista. In stretto contatto con Giovanbattista Gianquinto e Ettore Pellegrinotti compila un opuscolo di carattere antifascista diffuso in varie provincie del Regno e prende parte a sottoscrizioni a favore di confinati politici e delle loro famiglie. Arrestato tra il 23 e 25 agosto, deferito al Tribunale Speciale, è prosciolto dal Giudice Istruttore. Il 3 novembre 1928 è nuovamente arrestato e su decisione della Commissione provinciale per il confino è inviato per due anni a Lipari. Liberato nel 1929. Continua clandestinamente la sua attività antifascista tanto che nell’ottobre del 1941 in una nota di polizia viene scritto “E’ da tenersi in evidenza la subdola attività antifascista, disfattista e contraria all’Asse dei fratelli Luigi ed Erminio Linassi, proprietari della frequentata sartoria di Venezia in San Giovanni Crisostomo”. Dopo l’8 settembre fu colpito da numerosi mandati di cattura per la sua costante attività patriottica. Dopo la Liberazione fu assessore comunale a Venezia. E’ morto il 20 aprile 1956.


Documenti relativi a Linassi Luigi:

FOTO

VIDEO

DOCUMENTI