MENU LOGIN

ANTIFASCISTI


Archivio frecciaAntifascisti



Conosci le persone che hanno contribuito con il loro sacrificio alla storia dell’antifascismo. Consulta i nomi di chi si è distinto nella causa attraverso il nostro archivio indicizzato in ordine alfabetico:

A

B

C

D

E

F

G

H

I

J

K

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

W

X

Y

Z


C frecciaCianca Claudio


Cianca Claudio

Data di nascista: 04/09/1913


Biografia:

Figlio di Renato. E’ arrestato a Roma con il padre il 16.10.1933 a seguito del noto attentato in piazza San Pietro. “Non solo ha rivendicato la responsabilità del suo gesto, ma ha dichiarato di essere disposto a compierne altri, pur di raggiungere il suo scopo e cioè la soppressione di S.E. il capo del governo”.

 

Scrive di lui la questura di Roma: “trattasi di elemento socialmente pericolosissimo imbevuto delle teorie sciopenauariane e deve considerarsi un anarchico individualista”. Il 20.3.1934 il Tribunale Speciale lo condanna a 17 anni di reclusione per “attentato al duce ed atti tendenti a provocare la strage” (l’ordigno era in realtà rivolto contro la politica del Vaticano e serviva per dimostrare alle migliaia di pellegrini convenuti a Roma per l’Anno Santo che il regime fascista era odiato e combattuto dai movimenti di opposizione popolare). Sconta questa pena a Civitavecchia e a S. Gimignano. Rifiuta di associarsi alla domanda di grazia inoltrata dalla madre.

 

Viene liberato il 9.9.1943. Dopo l’8 settembre partecipa alla guerra di Liberazione e dirige nel Lazio le formazioni partigiane del movimento Giustizia e libertà. E’ poi nelle brigate garibaldine poiché nel corso della lotta armata aderisce al partito comunista.

 

Eletto deputato nel 1953 e nelle successive legislature, diviene segretario della Camera del lavoro di Roma e provincia.


Documenti relativi a Cianca Claudio:

FOTO

VIDEO

cianca

DOCUMENTI